La carne di struzzo nelle cucine del mondo

La carne di struzzo nelle cucine del mondo

Ogni parte del mondo è caratterizzata da cucine diverse. Aromi e profumi unici, speziature che raccontano tradizioni di famiglia tramandate di generazione in generazione. Metodi di cottura differenti che conferiscono carattere e quel pizzico di fuoco alla pietanza in preparazione.

Ma oggi vogliamo raccontarvi un ingrediente che le accomuna tutte: la carne di struzzo. Una varietà di carne che nei secoli ha fatto un viaggio lunghissimo. Dalle calde terre africane fino a raggiungere il resto del mondo, conquistando il palato di tutti. 

Un viaggio culinario che parte dal Sudafrica

Qualche articolo fa (leggilo qui) ti abbiamo raccontato l’origine della caccia allo struzzo nell’Africa preistorica, periodo in cui era una delle carni preferite dalle tribù indigene. Ma per quanto riguarda l’allevamento di questi animali? Una pratica nata per mano degli inglesi che si recavano presso le proprie colonie in questa parte del mondo, principalmente per cacciare questi volatili a causa della loro pelle e piume pregiate e ricercate. Ben presto però si resero conto che questo animale poteva offrire molto di più, un’ottima carne magra ma anche molto gustosa.

Poi, complici soprattutto le sanzioni anti-apartheid, questa pratica cominciò a diffondersi e qualcuno iniziò ad allevarli anche negli Stati Uniti. Qui fu ben presto evidente che lo struzzo era un animale abbastanza semplice da gestire e che le sue carni venivano richieste sempre di più. Da qui cominciò la rapida espansione dell’allevamento di questi animali fino ad arrivare anche in Italia all’inizio degli anni ‘90.

Ma come veniva consumata?

In Sudafrica era conosciuta perlopiù sotto forma di biltong, delle strisce di carne essiccata precedentemente marinata, che oggi considereremmo quasi più uno snack piuttosto che un pasto vero e proprio. Strisce che devono essere tagliate molto molto sottili, così da permetterne una facile masticazione e successiva digestione.

Gli utilizzi più pregiati dal punto di vista gastronomico e in cucina infatti arrivarono solo con la sua affermazione sui mercati internazionali. Il taglio preferito? Indubbiamente il filetto, morbido e burroso, seguito a ruota dalle bistecche, dalle fettine, dai prosciutti e dai salami.

Da prodotto di lusso consumato nelle corti reali e nei palazzi nobiliari, oggi invece si è affermata come una delle carni più apprezzate sul mercato e accessibile a tutti.

Sul nostro e-commerce Carnedistruzzo.it (qui) la trovate in tanti tagli e formati diversi, da quelli più “espressi” per una cottura in pochi minuti, a quelli adatti per preparazioni più lunghe. In pochi click potrete riceverla direttamente sulla porta di casa in pratici contenitori termici sottovuoto riciclabili al 100%.

Stesso ingrediente, cucine diverse

Un unico ingrediente che è in grado di adattarsi a tante marinature e contorni diversi, ognuno fortemente rappresentativo della cultura di chi lo cucina. Ecco come la carne di struzzo viene cucinata e abbinata in diverse regioni del mondo:

  • Africa: nel continente d’origine degli struzzi viene spesso cucinata alla griglia o arrostita e condita con una varietà di spezie locali come il coriandolo, il cumino e il pepe nero. Talvolta viene anche marinata nel succo di limone o nello yogurt per renderla ancora più tenera
  • Australia: qui questa carne regna in forma di bistecca marinata da cucinare alla griglia o al barbecue, accompagnata da salse condite con erbe aromatiche come menta ed eucalipto
  • Stati Uniti: una carne popolare soprattutto nelle regioni del sud-ovest dove viene cucinata in vari modi. Le spezie tipiche includono il chili in polvere, il peperoncino e il cacao che conferiscono alla carne un sapore audace e piccante
  • Europa: qui la carne di struzzo viene preparata in diversi modi tra cui brasato, stufato o in filetti saltati in padella con burro e erbe aromatiche come il timo e il rosmarino. In alcune regioni europee, viene anche servita cruda come carpaccio, condita con olio d’oliva, succo di limone e parmigiano grattugiato
  • Asia: in alcune parti dell’Asia, come Cina e Giappone, viene utilizzata principalmente in piatti fusion, mescolando influenze occidentali e orientali, marinata in una miscela di salsa di soia, zenzero, aglio e mirin, quindi grigliata o saltata in padella con verdure croccanti.

Un ponte fra culture

In definitiva, la carne di struzzo non solo ha saputo conquistare nel corso del tempo anche i palati più esigenti, ma si è trasformata in un autentico ponte fra culture differenti, adattando il suo sapore delicato alle sfumature gastronomiche di ogni angolo del globo. 

Un viaggio gustativo che oltrepassa confini e tradizioni, unendo le diverse cucine in un’incredibile sinfonia di sapori ed esperienze sensoriali.