Quali valori nutrizionali ha l’uovo di struzzo

Valori nutrizionali uovo di struzzo

Quali sono gli usi più comuni dell’uovo di struzzo? Come già sappiamo in genere si utilizza l’uovo di struzzo per preparare una grande frittata, così da non rovinare il guscio che si può utilizzare per altri scopi come per esempio realizzare decorazioni in decoupage o realizzare oggetti artistici.

In Italia sono abbastanza difficili da reperire in commercio, in quanto per gli allevatori è molto più conveniente aspettare la nascita e la crescita dello struzzo per poi venderne la carne, piuttosto che sacrificarne le uova. Si possono trovare tramite allevatori diretti e date le dimensioni, rispetto alle altre uova, quelle di struzzo sono commercializzate a pezzo singolo.

Valori nutrizionali

Le proprietà nutrizionali delle uova di struzzo non si differenziano da quelle delle uova di gallina: si tratta di un alimento ricco di proteine a massimo valore biologico, colesterolo, lecitine, vitamine (soprattutto riboflavina o vit. B2 e retinolo equivalenti, in particolare β-carotene) e sali minerali (soprattutto ferro). Gli amminoacidi predominanti sono verosimilmente ac. glutammico, ac. aspartico e leucina, mentre tra gli acidi grassi prevalgono i saturi. Le uova di struzzo sono ricche d’acqua, in misura di circa il 75-80% del totale.

La tradizione ed il presente

Le uova di struzzo rappresentano una grande tradizione per molte popolazioni in Sudafrica. Qui si  allevano gli struzzi da almeno 150 anni per utilizzarne la carne, le piume, la pelle e le uova: sono infatti i maggiori allevatori di struzzi.

Secondo la tradizione sudafricana, l’uovo andrebbe precedentemente svuotato mediante la realizzazione di piccoli fori nel guscio. Una volta svuotato completamente, l’uovo veniva dato in dono alla persona più giovane presente al pasto in cui si consumava il contenuto dell’uovo.

Ad oggi si contano oltre 2 milioni di struzzi sparsi in diverse parti del mondo: uno dei fatti più sorprendenti è che la femmina dello struzzo può deporre dalle 40 alle 200 uova all’anno, e circa 5-20 uova per volta.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *