Quali sono le proprietà del fegato di struzzo?

Fegato di struzzo

La parte più nutriente dello struzzo è il fegato, esso può essere cucinato in svariati modi dalla brace ai ferri o perfino al forno.

Il suo gusto è forte e deciso ma allo stesso tempo leggero e gustoso, saprà sorprendere anche i palati più pretenziosi con il suo sapore inimitabile.

Quali sono le proprietà del fegato di struzzo

I valori nutrizionali del fegato fanno sì che questo prodotto sia adatto per essere consumato da tutti, ricco di ferro e vitamine questo piatto è un esplosione di sapori e nutrienti.

Lo struzzo è un animale erbivoro, non ha denti e si nutre di erba e semi vari, durante il suo ciclo vitale esso non entra in contatto con ormoni, antibiotici o altri prodotti chimici.

Con il fegato di struzzo si ricava un ottimo paté che accompagna crostini, pane e altri stuzzichini che vengono spesso utilizzati per creare fantastici aperitivi.

Può essere conservato in frigo a temperature vicino allo zero e deve essere consumato entro una settimana, in alternativa può essere congelato.

Come cucinare il fegato di struzzo

Se volete esaltare il sapore del fegato potete cucinarlo con della cipolla, salvia, burro, olio e sale.

Per prima cosa riscaldate la padella con dell’olio extravergine di oliva o del burro, tagliate la cipolla e la salvia e quando la padella si scalda per bene, aggiungete dell’acqua, successivamente inserite cipolla e salvia rosolandoli per 5 minuti.

Mentre il tutto cuoce aggiungete mezzo bicchiere di vino bianco, quando la cipolla è ben cotta aggiungete il fegato di struzzo.

Attenzione alla cottura, il fegato di struzzo non deve essere troppo cotto, il rischio è che si indurisca perdendo tutto il sapore e i suoi valori nutrizionali.

Si consiglia di consumare il pasto ed eventualmente congelarle l’eccesso, il fegato consumato il giorno dopo risulta asciutto e duro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *