Cosciotto arrosto di carne di struzzo, come usarlo in cucina

Cosciotto arrosto di struzzo

Dopo il filetto la parte più pregiata dello struzzo è la coscia dove è possibile ricavare vari tagli, ottimi sia per essere cucinati ai ferri sia per barbecue.

Il cosciotto di carne di struzzo si usa in cucina soprattutto per degli ottimi arrosti, le sue dimensioni, circa 2/3 kg, permetto di cucinare dei fantastici manicaretti.

Cosciotto arrosto di carne di struzzo, come usarlo in cucina

Il procedimento per un’ottima cottura della carne è semplice, per prima cosa, con un coltello forma delle fessure e inserisci all’interno delle spezie, come rosmarino, sale, pepe e un cucchiaio di olio extravergine di oliva per esaltarne il sapore, poi, aggiungi poco più di mezzo bicchiere di vino bianco e lascialo marinare per un paio d’ore.

Quando il cosciotto ha assorbito il tutto bisogna farlo rosolare per bene a fiamma alta, mentre cucina giralo più di una volta affinché la cottura sia uniforme.

Inserisci il cosciotto di tacchino in una teglia, spennellalo con olio ed erbe aromatiche e fallo cuocere al forno per circa un’ora ad una cottura di 200 gradi.

Accompagnalo con delle patate al rosmarino e con un buon vino rosso e il gioco è fatto!

Più leggero… più buono!

Il cosciotto di carne di struzzo contiene omega3 e proteine è privo di grassi e ha un basso contenuto di colesterolo.

Il suo gusto deciso ma leggero fa di questo piatto un secondo unico, lo si può utilizzare nei classici pranzi domenicali, consumarlo in famiglia e far felici grandi e piccini.

Sempre più nelle diete, questa carne sta pian piano entrando nelle famiglie italiane come piatto tipico, esso infatti è un’ottima alternativa alla classica carne di bovino collocandosi a metà tra quelle bianche e quelle rosse il suo sapore e i suoi valori nutrizionali fanno di esso un piatto unico.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *