Come cucinare gli arrosticini di struzzo

Arrosticini di struzzo

La carne di struzzo è magra, leggera e adatta alle più svariate preparazioni. É altamente digeribile, tenerissima e si presta a qualsiasi ricetta: dal filetto allo spezzatino.


Il piatto

Gli arrosticini sono un piatto tipico della cucina Abruzzese, apprezzati sia in Italia che all’estero; consistono in spiedini di circa 25-30 cm di carne, tagliata in piccoli cubetti di 1 cm per lato, e nascono dalla tradizione pastorizia della regione.

La cottura tradizionale dell’arrosticino avviene sul “rustillire” (o furnacella) , particolare braciere di piccole dimensioni dove gli arrosticini possono essere rigirati e cotti senza difficoltà. Generalmente la cottura a brace non comporta ulteriori condimenti, ma alcuni amano profumare gli arrosticini con un rametto di rosmarino imbevuto in olio e pepe, oppure, occasionalmente spolverizzarli con del peperoncino tritato.

Nella preparazione casalinga, non potendo disporre della brace, che conferisce all’arrosticino il caratteristico sapore, si può marinarli brevemente in olio e pepe, aggiungendo secondo i gusti rosmarino e limone.

Gli arrosticini sono un piatto che va consumato subito. Si possono conservare in frigorifero chiusi in contenitore ermetico per massimo 2 giorni. Consigliamo la congelazione.

Ingredienti e modalità di preparazione

Per preparare gli arrosticini servono pochissimi ingredienti: polpa di carne di struzzo (800 g), Olio extravergine d’oliva (30 g), 1 rametto di Rosmarino e 4 grammi di Sale fino.

Per preparare gli arrosticini, con un coltello dalla lama tagliente, si eliminano le parti più grasse della carne. Quindi, si taglia la carne in striscioline e quindi a cubetti spessi circa 1 cm.

Ottenuti i cubetti di carne, li si infilza negli spiedini e si ripete il procedimento per tutti gli arrosticini.

Per cucinarli si fa scaldare bene una griglia in ghisa oliata leggermente in modo da girare facilmente gli arrosticini in cottura. Quindi adagiare gli arrosticini sulla griglia rovente e lasciare in cottura circa 1 minuti per lato.

Attenzione a non cuocere troppo la carne perché, perdendo troppi liquidi, risulterebbe gommosa. Durante la cottura degli arrosticini, non tenete la fiamma troppo alta, poiché rischiereste di bruciarli oppure di renderli troppo secchi. La carne degli arrosticini deve contenere una percentuale di grasso pari a ¼ (25%) del suo peso; questo serve ad impedire che durante la cottura diventi troppo asciutta e inevitabilmente dura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *